EMERGENZA COVID-19, VERIFICA I TUOI DIRITTI

SEI UN/A LAVORATORE/LAVORATRICE DEL SETTORE AGRICOLO?

Potresti avere diritto al bonus di 800 euro.

Requisiti: Nel 2020 almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo. 

Condizioni: Non essere titolari al momento della presentazione della domanda di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato (con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità), né titolare di pensione. 

Cumulabilità: Cumulabile con l’assegno ordinario di invalidità. 

Incompatibilità: Incompatibile con l’intervenuta riscossione, alla data del 26 maggio 2021 del reddito di cittadinanza, del REM 2020 (D.L. n.34/2020) e REM 2021 (D.L. Sostegni e D.L. Sostegni Bis). Inoltre l’indennità non è cumulabile con le indennità previste dal D.l. Sostegni (quali ad es. l’indennità stagionali settore del turismo e industria alimentare). 

Domanda: la domanda per l’indennità va presentata entro il 30 giugno 2021.

 SEI UN/A LAVORATORE/LAVORATRICE DEL SETTORE DELLA PESCA?

Potresti avere diritto al bonus di 950 euro

REQUISITI
Essere pescatori autonomi, compresi i soci di cooperative, che esercitano professionalmente la pesca in acque marittime, interne e lagunari (Legge 250/1958). 

CONDIZIONI
Non essere titolari di pensione e non essere iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad esclusione della gestione separata.


 SEI UN/A LAVORATORE/LAVORATRICE STAGIONALE DEL SETTORE ALIMENTARE?

Potresti avere diritto al bonus di 1.600 euro.

REQUISITI
Cessazione involontaria rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 26 maggio 2021 e svolgimento della prestazione lavorativa per almeno 30 giornate nel medesimo periodo. 

CONDIZIONI
Non essere titolare di contratto di lavoro subordinato, alla data di presentazione della domanda (con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità), né essere titolare di pensione. 

CUMULABILITÀ
l’indennità é cumulabile con l’assegno ordinario di invalidità.

INCUMULABILITÀ
L’indennità non è cumulabile con altre indennità previste dalla stessa norma (quali ad es. l’indennità settore del turismo) e con il REM 2021.

DOMANDA
La domanda per le indennità va presentata entro il 31 luglio 2021

HAI DIRITTO AL REDDITO DI EMERGENZA (REM)?

Il decreto Sostegni bis riconosce ulteriori quattro quote di reddito di emergenza relative alle mensilità di giugno, luglio, agosto e settembre 2021. 

La quota per ogni mensilità può andare da un minimo di 400 ad un massimo di 800 euro (tranne nelle ipotesi in cui la scala di equivalenza viene maggiorata). 

REQUISITI
Riconosciuto ai nuclei familiari in condizione di difficoltà economica che presentano tutti i requisiti richiesti quali:

  • ISEE in corso di validità del nucleo familiare inferiore a 15.000 euro, se in affitto il limite è aumentato di 1/12esimo del valore annuo del canone di locazione; 
  • residenza in Italia; 
  • patrimonio mobiliare familiare inferiore a 10.000 euro, cui si vanno ad aggiungere i 5.000 euro per ogni componente ulteriore (oltre il primo), ma entro un importo limite complessivo di 20.000 euro. Qualora in famiglia è presente un disabile grave o comunque non autosufficiente (secondo i criteri ISEE) il valore massimo si eleva di 5.000 euro;
  • reddito familiare, prodotto dal nucleo nel mese di aprile 2021, inferiore all’importo riconosciuto come reddito di emergenza che cambia in proporzione al numero dei componenti del nucleo familiare.

INCOMPATIBILITÀ
Il REM è incompatibile con le prestazioni pensionistiche, i redditi da lavoro dipendente (entro una determinata soglia), il reddito e la pensione di cittadinanza, i bonus introdotti e percepiti nel 2021 (D.L.Sostegni). 

DOMANDA
La domanda di REM per i mesi giugno, luglio, agosto e settembre 2021 va presentata entro il 31 luglio 2021.



CONTATTACI