DA FAI CISL E FLAI CGIL PARERE NEGATIVO AL PIANO DI ORGANIZZAZIONE VARIABILE (POV) DEL COSTITUENDO CONSORZIO DI BONIFICA LAZIO SUD EST


La L.R. n. 12 del 2016 prevede che Consorzi di Bonifica Valle del Liri, Conca di Sora e A Sud di Anagni saranno “estinti” con la contestuale istituzione del Consorzio di bonifica "Lazio Sud Est". 

L’approvazione del Piano di Organizzazione Variabile è un atto fondamentale anche per assicurare la "razionalizzazione della struttura organizzativa mediante accorpamento di funzioni omogenee e attività specialistiche, riduzione del numero di direttori e delle posizioni dirigenziali, al fine di conseguire i risparmi di spesa".

La Fai Cisl e la Flai Cgil, con senso di responsabilità, hanno ritenuto di esprimere parere negativo perché nello schema proposto i principi posti a fondamento della riforma non sono stati in alcun modo rispettati!
Infatti, mentre si chiedono dei sacrifici ai dipendenti, si creano le condizioni per promozioni apicali, vengono mantenuti incarichi dirigenziali in deroga, e introdotta, addirittura, una ulteriore figura dirigenziale.

Nei fatti questa stesura di POV non produrrà la necessaria riorganizzazione degli uffici, non eviterà le duplicazioni di funzioni e di attività ma bensì creerà due Consorzi di bonifica: Nord (Sora-Anagni) e Sud (Cassino) con conseguente duplicazioni di settori con le stesse funzioni.

I soli due momenti di confronto con il Commissario straordinario non hanno trovato disponibilità al dialogo e a recepire, neanche in parte, le osservazioni delle OO.SS. riguardanti la definizione di un schema di organigramma diviso per competenze tecniche anziché per area geografica. Le uniche proposte di modifica recepite hanno riguardato la forma, dimenticanze e piccoli aggiustamenti. 

Confidiamo nel Consiglio regionale del Lazio, nei lavori della VIII Commissione e nel suo parere di competenza, nell’esercizio del controllo da parte della Giunta regionale sulle deliberazioni dei Consorzi per far si che vengano ristabiliti i principi della L.R. 12/2016 con la conseguente salvaguardia occupazionale e adeguati servizi ai consorziati oltre che a tutto il nostro territorio.

Stefano Morea – Segretario territoriale della FLAI CGIL Frosinone Latina